Natura

"Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata" diceva A. Einstein, e spesso non si può che restare a bocca aperta di fronte alle meraviglie della Val Brembana

Gli itinerari in Val Brembana

Giro del Monte Castello

Dal Monte Castello si possono ammirare panorami mozzafiato delle  tre valli circostanti: la piccola Val Arsa a Sud, la Valle Brembana a Ovest e la Valle Serina a Nord e a Est.
Numerosi i sentieri che portano alla cima. Segnalato un percorso ad anello di  3 Km, non impegnativo e con un dislivello non difficoltoso. Su queste alture si trovano angoli di storia che, nonostante la loro semplicità, hanno un grande misticismo. Caratteristici del territorio, numerosi roccoli alcuni ancora visitabili nella loro perfetta architettura.
  • Lunghezza (m)
    3000
  • Durata (h)
    ND
  • Difficoltà
    Turistico
  • Dislivello (m)
    ND - ND

VALTORTA

Sembra un'escursione impegnativa ma sicuramente sarà gratificante!
L'itinerario nella verde Valle dell’Olmo in Valle Brembana (Bg) copre una lunghezza considerevole di 40 km, con un tempo previsto di circa 4 ore.
La difficoltà è classificata come difficile, principalmente a causa del dislivello e delle strade sterrate lungo il percorso.

La partenza e l'arrivo sono entrambi a Olmo al Brembo, il giro ad anello presenta un'altitudine minima di 550 metri e un massimo di 1400 metri, garantendo una buona variazione di altitudine durante il viaggio. Il dislivello totale è di 1300 metri, il che implica alcune salite impegnative ma anche delle discese ripide che potrebbero richiedere abilità nella guida.

È importante prepararsi adeguatamente per un'escursione del genere, assicurandosi di avere l'equipaggiamento giusto e una buona condizione fisica. Buon divertimento e buona esplorazione della bellissima Valtorta!

Valtorta è un piccolo borgo incastonato tra i monti il cui nome deriva proprio dalla conformazione tortuosa del territorio.
È una meta turistica interessante: d’estate è ideale per escursioni in montagna e passeggiate nelle piccole frazioni del paese, d’inverno si può sciare sulle nevi di  Valtorta- Piani di Bobbio.

Sede dell’Ecomuseo dell’Alta Valle Brembana, ogni angolo è testimonianza delle attività tradizionali del territorio brembano.

  • Lunghezza (m)
    40000
  • Durata (h)
    4
  • Difficoltà
    Escursionisti esperti
  • Dislivello (m)
    1300 - ND

Dossena Lepreno

Il percorso da Dossena a Lepreno è un'altra avventura stimolante!
Con una lunghezza di 35 km e un tempo previsto di circa 4 ore, offre un'opportunità eccitante per esplorare la zona circostante a San Pellegrino Terme.

Questo itinerario è classificato come difficile, principalmente a causa del dislivello e delle strade sterrate lungo il tragitto. La partenza e l'arrivo sono entrambi a San Pellegrino Terme, con un'altitudine minima di 350 metri e un massimo di 1100 metri.
Il dislivello totale è di 1300 metri, quindi ci si può aspettare una variazione significativa di altitudine lungo il percorso.

Come sempre, è consigliabile prepararsi adeguatamente per un'escursione del genere, assicurandosi di avere l'attrezzatura appropriata e una buona forma fisica.
Divertiti esplorando questo sentiero in Valle Brembana!

Oltre alla famosa e splendida San Pellegrino Terme, per continuare l’esperienza adrenalinica Dossena offre varie esperienze, dal Ponte del Sole al Parco Speleologico in Miniera, oltre che al punto panoramico denominato “Il Becco”.

Sempre lungo l’itinerario nella zona di Santa Croce una panchina gigante per ammirare la vallata vi aspetta per bellissimi scatti da condividere!
  • Lunghezza (m)
    35000
  • Durata (h)
    4
  • Difficoltà
    Escursionisti esperti
  • Dislivello (m)
    1300 - ND

PIAZZA / LENNA - (lungo il fiume) - BORDOGNA - CASTELLO - FONDRA

La traccia percorre il tratto da PIAZZA / LENNA - (lungo il fiume) - BORDOGNA - CASTELLO - FONDRA (passa sotto la cascata)
  • Lunghezza (m)
    ND
  • Durata (h)
    ND
  • Difficoltà
    Turistico
  • Dislivello (m)
    1300 - ND

I luoghi e le attività

Monte Zucco

San Pellegrino Terme

Massimo Gelmini AMM

San Giovanni Bianco

Le promozioni e le strutture

B&B La Tana del Tasso

B&B La Tana del Tasso

La Tana del Tasso Rooms&Breakfast è un’accogliente Foresteria Lombarda situata nel cuore del borgo medievale di Cornello dei Tasso, tra i Borghi più Belli d’Italia.Il complesso nasce dalla ristrutturazione di un'antica abitazione locale, vecchie stalle e cantine. All’interno di questo edificio tradizione e modernità, trovano un equilibrio armonioso creando un’atmosfera suggestiva che rapisce gli ospiti.La struttura è dotata di un’ampia sala colazioni, 6 stanze matrimoniali con balconi, antiche stalle ora divenute preziose sale eventi e un giardino privato.Osservando i dettagli che caratterizzano l’edificio ci si immerge in un viaggio senza tempo, alla scoperta della storia di Cornello dei Tasso e della sua struttura urbanistico-architettonica. Questo antico edificio regala scorci suggestivi, dettagli preziosi e aneddoti curiosi.Da sempre legata al territorio in cui nasce, La Tana del Tasso vuole essere un progetto di ospitalità che promuove il patrimonio culturale materiale non solo di Camerata Cornello, ma dell’intera Valle Brembana e del patrimonio immateriale delle genti che hanno vissuto e ancora oggi abitano questa meravigliosa terra.La Tana del Tasso, attiva dal 2017, accoglie con passione i viaggiatori che da sempre ne apprezzano la tranquillità, l’eleganza e l’atmosfera: una location ideale per chi vuole dedicarsi una pausa relax da soli o in famiglia, per una fuga romantica o per immergersi in un territorio ricco di arte cultura e antichi saperi.

Albergo Ristorante Da Gianni

Albergo Ristorante Da Gianni

L'Albergo si colloca nel centro della Valle Brembana a due passi dalle fonti Termali di San Pellegrino Terme ed il suo ristorante è giudicato a ottimi livelli dalla critica locale e regionale per aver saputo mantenere intatte nel tempo le vecchie ricette della tradizione pur adeguandole alla nuova cucina italiana.La struttura offre la possibilità  di soggiornare in graziose camere, periodicamente rivisitate nell'arredo e nei dipinti, alcune delle quali godono di balcone con vista sul fiume e tutte comprensive di servizi igienici, televisore, frigobar e telefono.L'albergo dispone inoltre di parcheggi e garage privati.L'albergo ha anche un centro benessere. Il nuovo centro benessere è il luogo ideale pensato apposta per regalarti il massimo relax, offre un'accogliente e intima zona benessere che comprende sauna a 90 gradi, bagno turco, idromassaggio, doccia emozionale e una piccola zona relax, dove si può trovare un angolo tisane con uno sfizioso spuntino da poter gustare al termine del percorso.All'interno del centro estetico e benessere «Il Giardino dell'Eden» si possono trovare inoltre innumerevoli trattamenti da potersi regalare durante il soggiorno.

Albergo Bigio

Albergo Bigio

L'hotel gode di una posizione conveniente, nel centro di San Pellegrino Terme, proprio sotto la SPA di QC Terme, circondato da un paesaggio verde caratterizzato, qua e là, da edifici in stili liberty; offre tutti i comfort moderni.I clienti possono sfuggire alla frenetica vita cittadina e trascorrere un periodo in questo tranquillo hotel caratterizzato da lussureggianti giardini, spazi eleganti e servizio professionale. I clienti in viaggio di lavoro possono usufruire di una sala riunioni, parcheggio interno e privato e sale per banchetti.Dopo una giornata trascorsa alla scoperta della Valle Brembana, i clienti potranno rilassarsi sulla terrazza e gustare un abbondante pasto serale o uno spuntino dalla famosa pasticceria dell'hotel.Gli amanti della bicicletta apprezzeranno il servizio noleggio.

Romantiche Orobie B&B

Romantiche Orobie B&B

Nel verde e nella tranquillità di un piccolo borghetto di montagna, Barbara e Romeo accolgono gli ospiti con la semplicità della gente di montagna. L’accoglienza, loro passione, si rispecchia nelle caratteristiche del B&B. Un soggiorno ideale per coppie che cercano un momento di pace e tranquillità, lontani dallo stress del lavoro e dai frenetici ritmi moderni.Un angolo di serenità immerso nella natura con il panorama mozzafiato delle Prealpi Orobiche. Due camere in legno che richiamano le vere baite di montagna, eleganti ed essenziali, ma che soddisfano le esigenze di un turista leisure. Una tinozza riscaldata e una sauna in larice , all'esterno della struttura, unitealla zona braciere rendono ancora più romantico il soggiorno. La colazione offre il meglio dei prodotti locali, con frutta fresca a km 0. Concedetevi un mondo di coccole circondati dalla natura e respirando aria di montagna. A 150 mt.c'è il Mulino di Baresi, luogo del cuore FAI, raggiungibile tramite un comodo sentiero. La struttura è il punto di partenza ideale anche per passeggiate nella natura lungo i numerosi sentieri presenti sul territorio che consentono di raggiungere laghi alpini e vette con un panorama mozzafiato.

Casa Martina

Casa Martina

Piazza Martina è un piccolo borgo rurale di poche case a stampo medievale dove sorge l’agriturismo e il B&B Casa Martina, immerso nel verde e nella tranquillità. La qualità dell’accoglienza, il farti sentire a casa, quel calore tipico della familiarità sono gli elementi distintivi di un soggiorno in struttura.Luogo dove la storia si intreccia con la tradizione, ma che punta il proprio sguardo verso il futuro e l’innovazione.L’antico mestiere del contadino, ogni giorno dell’anno, segue con cura e attenzione i ritmi della natura scegliere Casa Martina vuol dire+ provare qualcosa di diverso dalla quotidianità affrettata che a volte ci travolge, ma respirare aria tersa e tranquilla.A Casa Martina troverete Valori, sapori, profumi, passione, armonia, condivisione, sostenibilità e molto altro .Incontrare persone e fare la loro conoscenza è una piacevole occasione di confronto per tutti.Anche e soprattutto perché c’è qualcosa che mette sempre tutti d’accordo: il piacere della buona tavola.

Hotel Milano

Hotel Milano

Atmosfera piacevole, calore famigliare, comfort e cordiale ospitalità: ecco le caratteristiche dell'Hotel Milano.  A questo si aggiunge il trattamento personale offerto dai gestori che hanno molto a cuore la promozione e la salvaguardia delle tradizioni locali e il benessere dei propri clienti. Sia d'estate che d'inverno troverete tutti i presupposti per un soggiorno di relax, sport e natura in uno scenario alpino mozzafiato.Le gestione è a conduzione famigliare e il servizio è così attento alle esigenze del cliente che vi sentirete come a casa vostra.Inoltre, grazie alle strutture di cui la località dispone Hotel Milano è anche location ideale per ritiri, camps di gruppi e società sportive.Convenzioni per gli ospiti: sconto skipass Piazzatorre e noleggio sci, sconto noleggio E-Bike, sconto ingresso QC Terme.

Albergo Luisella

Albergo Luisella

L'albergo ristorante Luisella è il luogo ideale per poter trascorrere le vostre vacanzein tranquillità e relax. Soggiornando presso il nostro albergo è possibile partire per escursioni e passeggiate sui monti Alben, Arera e Menna, per tuffarsi nella natura respirando aria pulita e salubre. L’albergo è dotato di un ristorante aperto a visitatori, turisti e ospiti della struttura, in cui poter gustare le specialità della tradizione culinaria bergamasca, accompagnate da ottimi vini locali, regionali e nazionali. Siamo un albergo per famiglie e offriamo vantaggiosi pacchetti per vacanze in totale tranquillità con un eccellente rapporto qualità prezzo.

Hotel Villa Carona

Hotel Villa Carona

La struttura dispone di 19 camere, elegantemente arredate, suddivise in differenti categorie:SuperiorDeluxeSuiteFamily room per 3/4 persone, comunicanti internamente e con doppi serviziRistorante sempre aperto per pranzo e cena, anche per ospiti esterni.Menù che varia in base alla stagionalità dei prodotti, carta viniselezionata.Servizio Bar con aperitivi gourmet e cocktail pregiatiPalestra con modernissimi attrezziSpa e centro benessere con vista panoramica di prossima apertura,utilizzabile sia dai clienti in soggiorno che da quelli esterni.Possibilità di trattamenti personalizzati e massaggi con prodotti dialtissima qualità.Conference room per un massimo di 20 persone, perfetta per team building aziendali associati a possibilità di escursioni e attività varie.Location fantastica nel cuore delle Alpi Orobie, inaugurato nel 2023, frutto di una sapiente ristrutturazione di un palazzo liberty del 1932 che un tempo ospitava i dipendenti della vicina centrale idroelettrica.Staff bilingue preparato a soddisfare ogni richiesta particolare delcliente.Possibilità di escursioni di tutti i tipi anche con guide esperte,dalle più semplici, alla salita ai rifugi e/o alle cime più famosedelle Orobie.Possibilità di arrampicate in falesia, noleggio e-bike e Mountain bike.Visite al vicino orto botanico con piccola palestra di arrampicata per i più piccoli.Maneggio, campi da tennis, campo di Beach volley, tutto a poca distanza dall’hotel.Naturalmente in inverno sport invernali con impianti di risalita a 500 metri dall’hotel.Ciaspolate con guida ecc...Possibilità di organizzare transfer in and out per tutte le località richieste.

Buffa Outdoor Experience

Buffa Outdoor Experience

Buffa Outdoor ExperienceÈ un progetto di turismo esperienziale in mountain bike e trekking, che nasce dalla passione di un gruppo di amici per l’outdoor, in un mix di culture tra le Orobie e la Sicilia.“Buffa Experience” è il nome che abbiamo deciso di dare a questo viaggio naturalistico e nasce da un’idea del sottoscritto, Carmiliano Raffaele, siciliano, guida ambientale escursionistica, il quale “travolto da un insolito destino” scopre nel 2002 la Valle Brembana, in provincia di Bergamo, finendo per innamorarsi delle sue montagne.

Daiana Bariani AMM

Daiana Bariani AMM

Daiana Bariani Accompagnatore media montagna

Massimo Gelmini AMM

Massimo Gelmini AMM

Accompagnatore di Media Montagna presso Collegio Guide Alpine LombardiaAccompagnatore di Cicloturismo presso ACSI

Gli eventi in programma

01 luglio 2024

Visite alle Grotte del Sogno

San Pellegrino Terme
Visite guidate presso le Grotte del Sogno di San Pellegrino Terme, in località Vetta.
Le Grotte del Sogno sono state le prime Grotte valorizzate turisticamente della Lombardia. Durante le visite è possibile ammirare innumerevoli esemplari di sagome scultoree e di concrezioni dai colori e forme singolari, oltre che di stalattiti e stalagmiti, formatesi con il passare dei secoli.

Consulta il sito www.road470.com per scoprire le aperture e per prenotare.

E' obbligatoria la prenotazione.

Per info:
470road@gmail.com | 034521020

In caso di forte maltempo l'apertura delle grotte viene sospesa.

16 luglio 2024

Escursione di tre giorni con Guida

Mezzoldo
In Val Tartano è stato realizzato di recente un percorso ad anello che collega gli alpeggi in quota e che passa attraverso molti luoghi suggestivi di questa amena vallata delle Orobie Valtellinesi.
Uno per tutti sono i Laghi di Porcile, perle d’alta quota al confine con la Val Brembana.
Diversi bivacchi consentono di suddividere l’itinerario in più tappe per un’entusiasmante esperienza nella natura.



1°giorno: Mezzoldo-Rifugio Balicco-Bivacco RovedattiLa prima tappa vede la partenza dalla località Fraccia di Mezzoldo per raggiungere la conca dell’Alpe Azzaredo, dove si trovano il Rifugio Balicco e il Bivacco Zamboni; si svalica il crinale orobico al Passo di Budria e si raggiunge l’omonima valle dove, con un percorso in quota, si traversa sotto le cime dei monti Pedena, Lago, Culino e Pisello, per arrivare al Bivacco Rovedatti, sede del primo pernottamento in quota.
IMPEGNO RICHIESTO       Distanza: circa 16 kmDislivello: + 1030 m / – 780 mPunto più alto: 2216 m  (Bocchetta di Budria)Punto più basso: 1600 m (Fraccia)Durata: 8h ca (soste escluse)Difficoltà: EE – Escursionisti Esperti
2°giorno: Bivacco Rovedatti-Campo Tartano-Bivacco BernascaDal Bivacco Rovedatti, dopo un passaggio al Pizzo della Pruna, si scende all’alpeggio di Pustaresch e a quelli sottostanti fino a Brunino, per poi raggiungere la diga di Culumbera e la frazione Campo Tartano , dove ci si può rifornire di generi alimentari.
Si riparte poi per salire in quota e raggiungere il Bivacco Gusmeroli, proseguire per il Monte Seleron e da qui scendere al magnifico Lago di Bernasca col suo vicino bivacco omonimo dove ci fermeremo per la seconda notte in quota, in un’oasi di pace e serenità al cospetto della natura.
IMPEGNO RICHIESTO       Distanza: circa 23 kmDislivello: + 1900 m / – 1650 mPunto più alto: 2519m (Monte Seleron)Punto più basso: 950 m (Diga di Culumbera)Durata: 11h 30’ ca (soste escluse)Difficoltà: EE – Escursionisti Esperti
3°giorno: Bivacco Bernasca-Laghi di Porcile-Rifugio Balicco-Fraccia (Mezzoldo)L’ultimo giorno si riparte dal Bivacco Bernasca per svalicare in Val Madre e di qui raggiungere il Rifugio Dordona.
Quindi, dopo essere risaliti alla Bocchetta dei Lupi, scendere alla bellissima conca dei tre Laghi di Porcile, dai quali poi si traversa verso la Val di Lemma per poi portarsi al Passo di Budria, dove si chiude l’anello dell’Alta Via e dal quale si fa ritorno in Val Brembana, passando all’Alpe Azzaredo per poi concludere il lungo trekking scendendo a Fraccia di Mezzoldo.IMPEGNO RICHIESTO       Distanza: circa 23 kmDislivello: + 1300 m / – 1800 mPunto più alto: 2345 m (Cima di Lemma)Punto più basso: 1600 m (Fraccia)Durata: 11h 15’ ca (soste escluse)Difficoltà: EE – Escursionisti Esperti
COSTO E CONDIZIONIPromozione in quanto trekking esplorativo:90 € A PERSONA75 € A PERSONA IN CASO DI GRUPPI DI ALMENO 4 PERSONE60 € MINORI ACCOMPAGNATI
LA QUOTA COMPRENDE
– Guida professionista per l’intera escursione
LA QUOTA NON COMPRENDE
– Pranzi, cene, trasporti
– Tutto quanto non espressamente indicato sotto la voce “comprende”
ISCRIZIONI E PAGAMENTO
Per iscriversi, o per maggiori dettagli riguardo l’escursione, è necessario contattare l’organizzatore via telefono, mail o Whatsapp.
Il pagamento può essere effettuato, in contanti, direttamente il giorno dell’escursioneNOTA PER LA SICUREZZA
Il programma è suscettibile di variazioni in base alle condizioni atmosferiche, dei sentieri e delle condizioni fisiche dei membri del gruppo. L’accompagnatore si farà carico di fare le opportune valutazioni per assicurarne la sicurezza.


20 luglio 2024

Trekking

Cusio
Domenica 28 Luglio

Trekking - Laghetti di Ponteranica e Monte Mincucco

Tra storie di vita in montagna e i racconti di erbe spontanee, il rito annuale della transumanza, la produzione del formaggio negli alpeggi, ma anche le bellezze naturalistiche di un angolo rinomato delle Orobie, come i Laghetti alpini di Ponteranica, le strane rocce color viola dei piani dell'Avaro, le fioriture di pulsatilla e di orchidee, le sorgenti d'acqua e i barek monumentali.

Partiremo dai piani del Monte Avaro, facendo tappa ai laghi di Ponteranica ed infine arriveremo alla croce del Mincucco, un luogo magico a cui siamo particolarmente legati, soprattutto il nostro Ivan che ci ha trascorso 10 anni della sua infanzia in alpeggio col nonno.





Pranzo con taglieri di formaggi della latteria sociale di Valtorta preparati da noi.

Itinerario ad anello di circa 12 km con 600 m circa cumulativi di dislivello (+)

Livello di difficoltà grado (E) escursionistico, si cammina  su sentieri di montagna non impegnativi tecnicamente parlando. Richiesto buono stato di salute, passo deciso, scarpe e abbigliamento da trekking.

Partenza ore 7.30 a San Pellegrino Terme (piazzale del mercato), poi transfer in auto fino al rifugio del monte Avaro, da cui parte il nostro trekking.
Rientro alle macchine previsto per le 17.30.

POSTI LIMITATI - PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

INFO E BOOKING
3395980273 (Carmiliano Raffaele)
3407915933 (Ivan Milesi)
info@buffaexperience.com


20 luglio 2024

Mountain music festival

Oltre Il Colle
20 luglio 2024

Visita alle Grotte delle Meraviglie

Zogno
Il complesso delle Grotte delle Meraviglie si apre entro il bancone calcareo di color grigio chiaro che sovrasta la provinciale per la valle Brembana in prossimità della galleria di Zogno. La formazione geologica è quella denominata “Calcare di Zù” ricca di coralli, del Retico Inferiore. Il complesso ha due accessi. Quello superiore è costituito da una stretta apertura (Büs de la Marta) situata in località Ravagnì, che consente la discesa lungo una serie di pozzi verticali, con un dislivello complessivo di 60 metri circa. L’ingresso inferiore, ubicato nel parco sovrastante la provinciale per la valle Brembana, offre in alternativa una comoda via di accesso alle grotte, lungo una galleria artificiale, scavata nella roccia, lunga 73 metri, con andamento sinuoso e in leggera salita fino a raggiungere la grotta più interna. Il complesso delle Grotte delle Meraviglie, pur nella sua modesta estensione, presenta spunti di notevole interesse sia per la comprensione delle vicende geologiche legate alla formazione della cavità, sia per i fenomeni carsici che vi sono riccamente rappresentati. Le grotte devono la loro fama alla generosità e alla tenacia di Ermenegildo Zanchi che ne fece una delle prime grotte turistiche d’Italia nel 1939.

Prenotazione sul sito grottedellemeraviglie.com.
La visita alle grotte richiede circa 45 minuti.

Per prenotazione di altre date per gruppi o scuole Telefonare al 366‐4541598 (ore serali) oppure scrivere via e-mail a: giovanni@grottedellemeraviglie.com

Si raccomanda abbigliamento sportivo e scarpe antiscivolo. Temperatura interna alle grotte 12°C.

 
Con le Grotte delle meraviglie i turisti si possono affacciare al mondo geologico visitando un capolavoro della natura a pochi chilometri da Bergamo a Zogno in Valle Brembana.


21 luglio 2024

Visita alle Grotte delle Meraviglie

Zogno
Il complesso delle Grotte delle Meraviglie si apre entro il bancone calcareo di color grigio chiaro che sovrasta la provinciale per la valle Brembana in prossimità della galleria di Zogno. La formazione geologica è quella denominata “Calcare di Zù” ricca di coralli, del Retico Inferiore. Il complesso ha due accessi. Quello superiore è costituito da una stretta apertura (Büs de la Marta) situata in località Ravagnì, che consente la discesa lungo una serie di pozzi verticali, con un dislivello complessivo di 60 metri circa. L’ingresso inferiore, ubicato nel parco sovrastante la provinciale per la valle Brembana, offre in alternativa una comoda via di accesso alle grotte, lungo una galleria artificiale, scavata nella roccia, lunga 73 metri, con andamento sinuoso e in leggera salita fino a raggiungere la grotta più interna. Il complesso delle Grotte delle Meraviglie, pur nella sua modesta estensione, presenta spunti di notevole interesse sia per la comprensione delle vicende geologiche legate alla formazione della cavità, sia per i fenomeni carsici che vi sono riccamente rappresentati. Le grotte devono la loro fama alla generosità e alla tenacia di Ermenegildo Zanchi che ne fece una delle prime grotte turistiche d’Italia nel 1939.

Prenotazione sul sito grottedellemeraviglie.com. Durante queste giornate l’orario delle escursioni è dalle 14,30 alle 17,00 secondo i turni prestabiliti.
La visita alle grotte richiede circa 45 minuti.

Per prenotazione di altre date per gruppi o scuole Telefonare al 366‐4541598 (ore serali) oppure scrivere via e-mail a: giovanni@grottedellemeraviglie.com

Si raccomanda abbigliamento sportivo e scarpe antiscivolo. Temperatura interna alle grotte 12°C.

 
Con le Grotte delle meraviglie i turisti si possono affacciare al mondo geologico visitando un capolavoro della natura a pochi chilometri da Bergamo a Zogno in Valle Brembana.


23 luglio 2024

Piani di Artavaggio Piani di Bobbio

Mezzoldo

La zona delle Prealpi Lecchesi/Orobiche comprende anche i famosi Piani di Artavaggio e Piani di Bobbio, sedi storiche di turismo ma anche di gloriose manifestazioni sciistiche e di corsa in montagna.
Lo Zuccone dei Campelli che gli fa da sfondo è noto per le importanti ascese alpinistiche e anche per alcune grotte di interesse.
L’escursione proposta consiste nel magnifico anello tra Piani di Artavaggio e Piani di Bobbio su due sentieri suggestivi, il “Sentiero dei Mughi” e il “Sentiero degli Stradini”, in ambiente carsico con magnifici panorami su Valtorta e Valsassina.







27 luglio 2024

Mountain music festival

Oltre Il Colle
01 agosto 2024

Visite alle Grotte del Sogno

San Pellegrino Terme
Visite guidate presso le Grotte del Sogno di San Pellegrino Terme, in località Vetta.
Le Grotte del Sogno sono state le prime Grotte valorizzate turisticamente della Lombardia. Durante le visite è possibile ammirare innumerevoli esemplari di sagome scultoree e di concrezioni dai colori e forme singolari, oltre che di stalattiti e stalagmiti, formatesi con il passare dei secoli.

Consulta il sito www.road470.com per scoprire le aperture e per prenotare.

E' obbligatoria la prenotazione.

Per info:
470road@gmail.com | 034521020

In caso di forte maltempo l'apertura delle grotte viene sospesa.

03 agosto 2024

Bimbi nel bosco

Branzi
07 agosto 2024

Mountain music festival

Oltre Il Colle
11 agosto 2024

Visita alle Grotte delle Meraviglie

Zogno
Il complesso delle Grotte delle Meraviglie si apre entro il bancone calcareo di color grigio chiaro che sovrasta la provinciale per la valle Brembana in prossimità della galleria di Zogno. La formazione geologica è quella denominata “Calcare di Zù” ricca di coralli, del Retico Inferiore. Il complesso ha due accessi. Quello superiore è costituito da una stretta apertura (Büs de la Marta) situata in località Ravagnì, che consente la discesa lungo una serie di pozzi verticali, con un dislivello complessivo di 60 metri circa. L’ingresso inferiore, ubicato nel parco sovrastante la provinciale per la valle Brembana, offre in alternativa una comoda via di accesso alle grotte, lungo una galleria artificiale, scavata nella roccia, lunga 73 metri, con andamento sinuoso e in leggera salita fino a raggiungere la grotta più interna. Il complesso delle Grotte delle Meraviglie, pur nella sua modesta estensione, presenta spunti di notevole interesse sia per la comprensione delle vicende geologiche legate alla formazione della cavità, sia per i fenomeni carsici che vi sono riccamente rappresentati. Le grotte devono la loro fama alla generosità e alla tenacia di Ermenegildo Zanchi che ne fece una delle prime grotte turistiche d’Italia nel 1939.

Prenotazione sul sito grottedellemeraviglie.com. Durante queste giornate l’orario delle escursioni è dalle 14,30 alle 17,00 secondo i turni prestabiliti.
La visita alle grotte richiede circa 45 minuti.

Per prenotazione di altre date per gruppi o scuole Telefonare al 366‐4541598 (ore serali) oppure scrivere via e-mail a: giovanni@grottedellemeraviglie.com

Si raccomanda abbigliamento sportivo e scarpe antiscivolo. Temperatura interna alle grotte 12°C.

 
Con le Grotte delle meraviglie i turisti si possono affacciare al mondo geologico visitando un capolavoro della natura a pochi chilometri da Bergamo a Zogno in Valle Brembana.


14 agosto 2024

Visita alle Grotte delle Meraviglie

Zogno
Il complesso delle Grotte delle Meraviglie si apre entro il bancone calcareo di color grigio chiaro che sovrasta la provinciale per la valle Brembana in prossimità della galleria di Zogno. La formazione geologica è quella denominata “Calcare di Zù” ricca di coralli, del Retico Inferiore. Il complesso ha due accessi. Quello superiore è costituito da una stretta apertura (Büs de la Marta) situata in località Ravagnì, che consente la discesa lungo una serie di pozzi verticali, con un dislivello complessivo di 60 metri circa. L’ingresso inferiore, ubicato nel parco sovrastante la provinciale per la valle Brembana, offre in alternativa una comoda via di accesso alle grotte, lungo una galleria artificiale, scavata nella roccia, lunga 73 metri, con andamento sinuoso e in leggera salita fino a raggiungere la grotta più interna. Il complesso delle Grotte delle Meraviglie, pur nella sua modesta estensione, presenta spunti di notevole interesse sia per la comprensione delle vicende geologiche legate alla formazione della cavità, sia per i fenomeni carsici che vi sono riccamente rappresentati. Le grotte devono la loro fama alla generosità e alla tenacia di Ermenegildo Zanchi che ne fece una delle prime grotte turistiche d’Italia nel 1939.

Prenotazione sul sito grottedellemeraviglie.com. Durante queste giornate l’orario delle escursioni è dalle 14,30 alle 17,00 secondo i turni prestabiliti.
La visita alle grotte richiede circa 45 minuti.

Per prenotazione di altre date per gruppi o scuole Telefonare al 366‐4541598 (ore serali) oppure scrivere via e-mail a: giovanni@grottedellemeraviglie.com

Si raccomanda abbigliamento sportivo e scarpe antiscivolo. Temperatura interna alle grotte 12°C.

 
Con le Grotte delle meraviglie i turisti si possono affacciare al mondo geologico visitando un capolavoro della natura a pochi chilometri da Bergamo a Zogno in Valle Brembana.


15 agosto 2024

Mountain music festival

Oltre Il Colle
01 settembre 2024

Visita alle Grotte delle Meraviglie

Zogno
Il complesso delle Grotte delle Meraviglie si apre entro il bancone calcareo di color grigio chiaro che sovrasta la provinciale per la valle Brembana in prossimità della galleria di Zogno. La formazione geologica è quella denominata “Calcare di Zù” ricca di coralli, del Retico Inferiore. Il complesso ha due accessi. Quello superiore è costituito da una stretta apertura (Büs de la Marta) situata in località Ravagnì, che consente la discesa lungo una serie di pozzi verticali, con un dislivello complessivo di 60 metri circa. L’ingresso inferiore, ubicato nel parco sovrastante la provinciale per la valle Brembana, offre in alternativa una comoda via di accesso alle grotte, lungo una galleria artificiale, scavata nella roccia, lunga 73 metri, con andamento sinuoso e in leggera salita fino a raggiungere la grotta più interna. Il complesso delle Grotte delle Meraviglie, pur nella sua modesta estensione, presenta spunti di notevole interesse sia per la comprensione delle vicende geologiche legate alla formazione della cavità, sia per i fenomeni carsici che vi sono riccamente rappresentati. Le grotte devono la loro fama alla generosità e alla tenacia di Ermenegildo Zanchi che ne fece una delle prime grotte turistiche d’Italia nel 1939.

Prenotazione sul sito grottedellemeraviglie.com. Durante queste giornate l’orario delle escursioni è dalle 14,30 alle 17,00 secondo i turni prestabiliti.
La visita alle grotte richiede circa 45 minuti.

Per prenotazione di altre date per gruppi o scuole Telefonare al 366‐4541598 (ore serali) oppure scrivere via e-mail a: giovanni@grottedellemeraviglie.com

Si raccomanda abbigliamento sportivo e scarpe antiscivolo. Temperatura interna alle grotte 12°C.

 
Con le Grotte delle meraviglie i turisti si possono affacciare al mondo geologico visitando un capolavoro della natura a pochi chilometri da Bergamo a Zogno in Valle Brembana.


15 settembre 2024

Visita alle Grotte delle Meraviglie

Zogno
Il complesso delle Grotte delle Meraviglie si apre entro il bancone calcareo di color grigio chiaro che sovrasta la provinciale per la valle Brembana in prossimità della galleria di Zogno. La formazione geologica è quella denominata “Calcare di Zù” ricca di coralli, del Retico Inferiore. Il complesso ha due accessi. Quello superiore è costituito da una stretta apertura (Büs de la Marta) situata in località Ravagnì, che consente la discesa lungo una serie di pozzi verticali, con un dislivello complessivo di 60 metri circa. L’ingresso inferiore, ubicato nel parco sovrastante la provinciale per la valle Brembana, offre in alternativa una comoda via di accesso alle grotte, lungo una galleria artificiale, scavata nella roccia, lunga 73 metri, con andamento sinuoso e in leggera salita fino a raggiungere la grotta più interna. Il complesso delle Grotte delle Meraviglie, pur nella sua modesta estensione, presenta spunti di notevole interesse sia per la comprensione delle vicende geologiche legate alla formazione della cavità, sia per i fenomeni carsici che vi sono riccamente rappresentati. Le grotte devono la loro fama alla generosità e alla tenacia di Ermenegildo Zanchi che ne fece una delle prime grotte turistiche d’Italia nel 1939.

Prenotazione sul sito grottedellemeraviglie.com. Durante queste giornate l’orario delle escursioni è dalle 14,30 alle 17,00 secondo i turni prestabiliti.
La visita alle grotte richiede circa 45 minuti.

Per prenotazione di altre date per gruppi o scuole Telefonare al 366‐4541598 (ore serali) oppure scrivere via e-mail a: giovanni@grottedellemeraviglie.com

Si raccomanda abbigliamento sportivo e scarpe antiscivolo. Temperatura interna alle grotte 12°C.

 
Con le Grotte delle meraviglie i turisti si possono affacciare al mondo geologico visitando un capolavoro della natura a pochi chilometri da Bergamo a Zogno in Valle Brembana.